Contro i fascisti non basta una sfilata….

da https://pcifederazionevarese.wordpress.com/2016/09/28/contro-i-fascisti-non-basta-una-sfilata/

partigiani-pciAncora una volta Forza Nuova, nella migliore tradizione fascista ha innalzato la bandiera dell’intolleranza xenofoba.
Da tempo la destra fasciostoide si è data alla conquista delle città varesine, la sua cultura carica di violenza e di radicale razzismo ha fatto breccia in territori che in passato sono stati sacri per la lotta resistenziale.
Ora il salto di qualità, appoggiato dalle amministrazioni leghiste – centrodestra, la conquista di un’aperta visibilità politica sulla pelle di coloro che sono vittime dirette e indirette di tante guerre asimmetriche e non volute dall’imperialismo statunitense.
Per questo i proclami deliranti di questa destra fascista, xenofoba e razzista non devono imperversare senza colpo ferire nella coscienza collettiva, nel corpo democratico delle città varesine, e ora è tempo che la battaglia per la democrazia, per la tolleranza, perchè la libertà dei cittadini torni ad essere il filo conduttore di qualsiasi organismo politico, sociale e culturale che opera sul territorio. Questo invito è al contempo rivolto anche agli organismi statali preposti all’intervento a fronte di manifestazioni che hanno le stigmate dell’oltranzismo para-fascista.
Il Partito Comunista di Varese, da sempre si muove in questa direzione, nella direzione dell’affermazione dei valori costituzionalmente sanciti ed ancora una volta, lancia l’idea di un fronte unico. Esso deve essere volto dalle forze democratiche contro le destre fasciste e populiste e contro le subdole offensive volte a demolire l’attuale assetto Costituzionale della Costituzione nata dalla Resistenza.

Per questo invitiamo i compagni ad una presenza attenta sul territorio e ad una mobilitazione atta a bloccare sul nascere presenze politiche fasciostoidi, dove queste si dovessero presentare.

Partito Comunista Italiano

Federazione di Varese

Advertisements

I COMUNISTI: gli artefici della sconfitta della barbarie nazista

Di seguito pubblichiamo il comunicato stampa dei comunisti gallaratesi a proposito dell’articolo apparso sulla Prealpina del 25 gennaio.

 

Ai Direttore del quotidiano “La Prealpina”
Varese

Dopo aver letto il resoconto della cerimonia della Giornata della Memoria pubblicata lunedì 25 gennaio a pag.15 nella cronaca di Busto Arsizio – Gallarate, non possiamo esimerci dall’esprimere la nostra indignazione per come il suo corrispondente ha sintetizzato e valutato le responsabilità dell’olocausto. Egli infatti ha scritto: “E, parlando di bandiere,spicca nel corteo quella del Partito comunista, le cui responsabilità sull’olocausto durante la seconda guerra mondiale non sono secondarie a quelle dei regimi nazifascisti”.
E’ una valutazione assolutamente gratuita, non sappiano se frutto di malafede o di ignoranza, che si configura comunque come un vero e proprio falso storico.

Continua qui